Lavorare in Olanda, un paese tecnologicamente votato

Iconograficamente parlando, l’Olanda è vista come il paese dei mulini a vento, dei tulipani e degli zoccoli. Tuttavia, questa immagine un po’ sognante è non la vera fotografia di questo paese. Infatti, non è propriamente un caso che siano molti gli italiani che hanno deciso di andare a lavorare in olanda.

Un tasso di criminalità molto basso, un forte senso civico, un sistema fiscale più agevole e un inquinamento quasi inesistente, sono solamente una parte degli elementi che caratterizzano la qualità della vita in Olanda.

Lavorare in olanda per italiani

Per molti italiani che hanno deciso di andare a lavorare in Olanda non è significato esclusivamente avere migliori possibilità, ma andare a vivere in un paese ove sicurezza, ambiente, istruzione e salute sono tra le migliori di tutta L’Europa.

Lavorare in olanda per italiani, quindi, significa anche scegliere un paese che offre una qualità di vita migliore. Ma, a questo punto, vediamo come organizzarsi per andare a lavorare in olanda.

Lavorare in olanda senza sapere l’olandese

Anche se come popolo siamo tradizionalmente restii ad imparare una seconda lingua, pensare di poter lavorare in olanda senza conoscere l’inglese, equivale ad andare a fare un salto nel buio.

Infatti, se è possibile lavorare in olanda senza sapere l’olandese, di contro se non si conosce la lingua inglese anche il semplice registrarsi oppure voler stipulare una assicurazione o aprire un conto diventa quasi impossibile. Di conseguenza, se si vuole lavorare in olanda la prima cosa da fare è imparare molto bene la lingua inglese.

Lavorare in olanda con carta di soggiorno italiana

Come cittadini appartenenti all’Unione Europea, per entrare in Olanda non si ha necessità di ottenere un visto. Infatti, l’Olanda ha aderito al famoso Trattato di Schengen che regolamenta la circolazione libera nei paesi aderenti. Questo è valido per un periodo di novanta giorni e, comunque, il soggiorno non può superare i sei mesi.

L’Olanda è un paese a forte vocazione internazionale e, di conseguenza, è continuamente in ricerca di lavoratori stranieri. Infatti, per lavoratori qualificati, l’Olanda offre un particolare permesso, il Gecombineerde Vergunning voor Verblijf en Arbeid, che evita di doversi procurare un visto per un soggiorno superiore ai tre mesi.

Lavorare in olanda come ingegnere

Tra le varie opportunità vi è anche quella di andare a lavorare in olanda come ingegnere. Per fare ciò, resta sempre valido l’invio di un curriculum che non dovrà essere lungo, ma in grado di esporre le proprie esperienze lavorative e gli studi compiuti. È, poi, da ricordare che nel compilare il proprio CV, non è necessario menzionare se si è divorziati, sposati oppure single.

Lavorare in olanda come infermiere

In questo pittoresco e cosmopolita paese si può vivere completamente immersi in una realtà connessa alle richieste di un mondo globalizzato. Ecco perché il lavorare in olanda come infermiere è una ottima opportunità. Un punto di riferimento, è il portale del Registro delle Professioni Sanitarie.

Lavorare in olanda con una Laurea in Giurisprudenza

Anche la carriera forense è una delle mille possibilità offerte da questo meraviglioso paese. Infatti, lavorare in olanda con laurea in giurisprudenza per un italiano non è particolarmente complesso, dato che sia l’Olanda e sia l’Italia sono paesi che appartengono all’Unione Europea e aderenti al trattato di Schengen.

button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *