Lavorare in Austria, dove la qualità della vita è alta

In un ambito nazionale ove ancora dominano l’incertezza e le difficoltà, non può stupire se molti italiani si domandino dove conviene trovare lavoro all’estero. D’altra parte, perché non pensare, ad esempio, di andare a lavorare in Austria dopo vaghe promesse e dopo infiniti “le faremo sapere”?

In effetti, nonostante il lasciare i propri affetti sia sempre difficile, la mancanza di prospettive, il fatto che le personali competenze non vengano ad essere né valorizzate né tanto meno riconosciute, fa sì che si facciano i bagagli per approdare in altri lidi.

Dopo anni di studi e di tirocinio, e tutta una serie di “lavoretti” sempre sottopagati e precari, è più che ovvio che si sia stufi e si preferisca fare altre scelte. Un malessere che serpeggia già tra chi è universitario, al punto tale che sono in aumento gli studenti che optano per un percorso di studio che apra loro la possibilità di andare a lavorare all’estero per avere un futuro.

Lavorare in Austria senza sapere il tedesco

Dopo che si è attentamente analizzato e confrontato quale sia il costo della vita, le prospettive lavorative sulla base dei propri studi e competenze, anche l’andare a lavorare in Austria senza conoscere il tedesco è divenuta una opzione valida. Ovviamente è necessario fare le dovute considerazioni.

Non a caso, se si pensa di andare in Austria a lavorare con la sola conoscenza dell’italiano, le prospettive sono più limitate rispetto a chi ha, per lo meno, la possibilità di parlare in lingua inglese. Ad esempio, nel settore informatico si può trovare lavoro in Austria anche senza avere la conoscenza del tedesco visto che l’inglese è normalmente utilizzato.

Tuttavia, seppure non si abbia alcuna conoscenza né dell’inglese e tanto meno del tedesco, è possibile lavorare in Austria. Infatti, non sono poche le aziende austriache che sono alla ricerca di figure professionali quali addetti al servizio clienti e country manager che conoscano l’italiano.

Inoltre, è anche possibile lavorare in Austria senza sapere il tedesco nei ristoranti, nella gelateria e nelle strutture alberghiere. Comunque, è sempre suggerita la conoscenza o del tedesco o dell’inglese anche per non rimanere isolati non riuscendo a comunicare con gli altri.

Vivere e lavorare in Austria

Indubbiamente, il fatto che questo paese sia confinante e ben collegato, rende molto meno difficile lo scegliere di andare a Vivere e lavorare in Austria. Infatti, bastano al massimo poche ore per essere di nuovo in Italia.

Oltre che essere una nazione paesaggisticamente parlando davvero attraente e per questo meta turistica, oltre che offrire una vita culturale molto attiva, l’Austria è sviluppata economicamente.

Vediamo, a questo punto, cosa bisogna fare per poter andare a lavorare in Austria.

I documenti necessari per l’Austria

Facente parte dal 1995 dell’Unione Europea, per gli italiani entrare in questo paese è davvero semplice. Infatti, non è richiesto alcun tipo di Visto. Comunque, per chi deciderà di intrattenersi in Austria per una durata superiore ai tre mesi è necessario ottenere un documento che, in pratica, andrà a svolgere la medesima funzione del classico permesso di soggiorno. Invece, per diventare residenti è necessario essere in possesso di un lavoro e di un contratto di affitto.

Quale lavoro cercare in Austria?

In Austria vi sono varie possibilità. Ad esempio, un settore in forte crescita e, di conseguenza, sempre alla ricerca di nuove risorse, è quello del turismo ove la conoscenza della lingua straniera è preferita.

Vienna, Salisburgo come anche regioni quali la Stiria, il Tirolo e la Carinzia sono alcune delle possibili sedi ove poter lavorare in Austria. Altri settori ove vi è sempre richiesta di personale sono i servizi, le vendite e il marketing.

Avviare una attività in proprio in Austria

Andare a lavorare in Austria significa, anche, avere maggiori opportunità e facilitazioni per avviare una propria attività. Infatti, da un punto di vista burocratico i documenti che sono richiesti in Austria per poter avviare una attività in proprio sono:

  • Il passaporto
  • Il certificato di solvibilità
  • Il certificato di residenza
  • Il casellario giudiziario

 

Ovviamente, i documenti dovranno essere prodotti in lingua tedesca. Per quanto verte la tassazione, è bene ricordare che i contributi, in particolare per i neo imprenditori, sono particolarmente bassi.

Anche se non può essere considerato alla stregua dei cosiddetti paradisi fiscali, l’Austria, quindi, è un paese che permette di avere varie convenienze anche a livello fiscale. Infatti, anche grazie a strutture pubbliche efficaci e ad una più snella burocrazia, l’Austria è divenuta una delle mete tra le più gettonate da chi desidera diventare imprenditore.

Perché scegliere l’Austria?

Seppure storicamente i rapporti tra i due paesi sono stati nel passato alquanto conflittuali, oggi l’Austria è divenuta meta per tanti lavoratori italiani. Culturalmente molto affini, tanto gli austriaci quanto gli italiani sono popolazioni che hanno molte radici comuni.

Ma vediamo perché sono così tanti gli italiani che hanno preferito andare a lavorare in Austria. Per prima cosa, oltre che le ovvie maggiori prospettive lavorative, la scelta sull’Austria è dettata da ragioni di vicinanza. In questo caso, infatti, non occorre sottoporsi a stressanti viaggi per poter tornare in Italia.

Però, sono ancora molte altre le motivazioni che spingono gli italiani ad andare a lavorare in Austria. Di base, si ha una qualità della vita migliore. Di fatti, si può godere di trasporti pubblici che sono efficienti, in orario e frequenti, di uffici pubblici produttivi e rapidi.

Perfino il trovare casa in Austria non è una odissea. Con un tasso di disoccupazione tra i più bassi di tutta Europa, l’Austria permette di effettuare scelte sulla base delle personali competenze.

Tuttavia, oltre che a vantaggi quali un sistema fiscale più agile e una burocrazia più efficiente, l’Austria offre una infinità di altre ragioni, a partire dalla qualificata scelta di divertimenti e di relax. Piste ciclabili, percorsi per trekking, moltissimi sentieri da percorrere circondati da una incredibile e non contaminata natura, rendono ancor più piacevole il vivere in Austria.

Per chi ama la movida, non manca la scelta di locali notturni ove passare piacevoli e movimentate serate.

Altro aspetto davvero non trascurabile, è che in Austria vi è un tasso di criminalità bassissimo.

button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *