League of Legends app android e ios: gioca dal tuo smartphone

Cos’è League of Legends e come si gioca

Qualsiasi utente che possieda un determinato background riguardo i videogiochi per PC, sia esso un veterano nell’ambiente o un novizio alle prime armi, avrà sentito parlare, almeno una volta, di League of Legends. L’universo videoludico si suddivide in molteplici categorie, come FPS o simulatori di guida, nelle quali la longevità è solamente un’impressione. Esiste un genere, invece, dove costanza e regolarità fanno da padroni ma con situazioni differenti e uniche per ogni partita, caratteristica intrinseca della tipologia trattata: MOBA. L’acronimo sta per Multiplayer Online Battle Arena e League of Legends è una fra le colonne portanti di questa categoria, probabilmente la più grande. Il gioco consiste nel scegliere anticipatamente ad ogni match un eroe, ossia un personaggio con il quale arrivare alla vittoria e il relativo ruolo. Ognuno di essi (si parla di più di 140 campioni) ha diverse abilità e meccaniche, ma si possono raggruppare in:

  • Support: danno supporto agli altri eroi, curando, rendendo costantemente visibili determinati punti cruciali della mappa, fermando o bloccando i nemici e amplificando le abilità degli alleati;
  • Mage: il mago ha la capacità di attaccare i nemici da distante, infliggendo danni magici usando le sue abilità; queste hanno un tempo di cooldown, ossia di ricarica, durante il quale questa tipologia di campione può solamente usare il suo attacco di base (abbastanza inutile) ed è vulnerabile agli attacchi. La sua vita è molto ridotta;
  • Fighter: chiamati anche Bruiser, applicano una notevole quantità di danni e la possono subire di conseguenza grazie alle loro difese e alla capacità di durare a lungo durante i combattimenti, ma sono penalizzati da una breve distanza nell’uso delle abilità;
  • Slayer: sono eroi dotati di un’ottima mobilità. In grado di uccidere velocemente un singolo obiettivo infliggendo danni ripetuti e continui da breve distanza, sono facilmente contrastabili e hanno poca resistenza;
  • Marksman: il loro compito è colpire il nemico da distante, utilizzando l’attacco di base in modo continuo e con una brevissima pausa fra un colpo e l’altro. Le loro abilità sono spesso utili per questioni di mobilità o per penalizzare le difese del nemico. Data la loro natura, sono molto vulnerabili e, conseguentemente, fanno coppia con il support;
  • Tank: come suggerisce il nome sono campioni la quale caratteristica principale è di resistere il più possibile durante gli scontri, puntando tutto sulla vita e sulle difese.

Scelto il proprio “partner”, si decide in quale zona della mappa operare; essa è speculare e si può identificare in un rombo con una linea centrale a tagliarlo nel lato più lungo. È prassi seguire una determinata strategia di gioco e ogni eroe ha un determinato ruolo:

  • Top Lane: è il sentiero che va verso l’angolo in alto a sinistra ed è adatto per un Tank o un Bruiser;
  • Mid Lane: è la linea centrale che taglia la mappa e si scontrano i Mage;
  • Bottom Lane: è il sentiero che va verso l’angolo in basso a destra; questa lane è difesa dal marksman con il support;
  • Jungle: è la porzione di mappa presente fra un sentiero e un altro, popolata da mostri neutrali.

Chiaramente, ogni partita è formata da dieci giocatori, cinque contro cinque, con l’obiettivo di penetrare la base nemica (posta in uno dei due estremi, opposto alla base alleata dove si rinasce una volta uccisi) e distruggere il Nexus, ossia l’edificio principale. Per riuscire nell’intento bisogna abbattere di volta in volta le torri poste lungo i sentieri e che attaccano il nemico nelle vicinanze; esse sono tre in ogni lane e l’ultima è a difesa di una seconda struttura nella base avversaria chiamata inibitore, mentre il nexus è difeso da due ulteriori torri dedicate. Durante la partita l’eroe scelto potrà guadagnare esperienza dall’uccisione di piccoli mostri chiamati minion e controllati dall’IA, rilasciati a orde e a intervalli regolari, oppure uccidendo un nemico controllato da un altro player. Questa meccanica prevede che si aumenti di livello, da 1 fino a 18 e durante la “scalata” il champion scelto diventerà più forte e resistente. Infine, dall’uccisione di ogni essere presente nella partita si guadagnano soldi, spendibili nella propria base per acquistare oggetti in grado di potenziare determinate caratteristiche del personaggio.

Giocare a League of Legends da cellulare: app per smartphone Android e iOS

LoL è un gioco in continua evoluzione e, seppur ogni partita sia diversa dalle altre, Riot Games non smette mai di inserire nuovi eroi, modalità e a fare in modo che il titolo resti conosciuto e competitivo. Le piattaforme su cui è disponibile sono sempre state su PC, ossia Microsoft Windows e Mac OS. Da oggi, però, è possibile giocare a League of Legends anche da mobile, sia su dispositivi iOS che Android. Date le prestazioni degli apparecchi acquistabili oggi, della relativa leggerezza grafica e dell’ottimizzazione, è possibile installare, infatti, un client mobile che consente di accedere alle partite direttamente dallo smartphone o dal tablet, di scegliere il campione e di giocare senza dover toccare mouse e tastiera; si fa tutto con il touch. Un sogno che diventa realtà per la maggior parte degli appassionati del titolo, con la possibilità di giocare distesi sul divano o sul letto e, perché no, di risparmiare un bel po’ di energia elettrica. Naturalmente il sistema di matching, ossia l’algoritmo adibito alla ricerca di giocatori con le medesime abilità dell’utente che entra in partita si preoccupa di separare coloro che utilizzano il client su smartphone da tutti quelli che giocano da PC.

Come scaricare l’app League of Legends su Android e iOS

Entrare a far parte della community mobile del gioco è relativamente semplice.

Per gli utenti Android, sarà sufficiente aprire il Play Store di Google e cercare “League of Legends”. A questo punto basterà entrare nella pagina dedicata a LoL dai risultati della ricerca e toccare il pulsante “installa”.

Per quanto concerne gli utenti iOS il procedimento è simile; in questo caso sarà necessario aprire l’Apple Store, cercare “League of Legends” e fare tap su “ottieni”.

In entrambi i casi si dovrà attendere il download del client e, a tal proposito, si consiglia l’uso di una rete Wi-Fi.

League friends: l’app per giocare a League of Legends con gli amici

Se si gioca in compagnia League friends è un’app da avere assolutamente, sia per i player mobile sia per quelli PC. Essa, infatti, consente di gestire e controllare tutto ciò che fa riferimento all’account, come la lista degli amici e la possibilità di accettare o rifiutare gli inviti alle partite, trovare e aggiungere altre persone ai contatti e, soprattutto, di poter chattare con loro attraverso un’interfaccia dedicata e accessibile anche durante una sessione di gioco. Oltre a ciò, per tutti coloro che prendono League of Legends più seriamente e che fanno parte di una squadra è possibile chattare con tutti i membri del clan rapidamente, senza dover scrivere ad ognuno di essi singolarmente. Infine l’applicazione mette a disposizione la cronologia dei match giocati, potendo consultare le relative statistiche, gli item acquistati e il risultato.

button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *